Il carrello di stagione: verdura e frutta del mese di dicembre

Dicembre, eccoci all’ultimo mese dell’anno! Un mese di trasformazioni e meraviglia, che ci porta il freddo dell’inverno, le gelate nei campi e il Natale. La natura inizia il suo periodo di riposo ma, attenzione! L’orto ci dà ancora verdure e frutti preziosissimi, da portare sulle nostre tavole ogni giorno e nelle occasioni di festa. Scopriamo insieme, quindi, cosa mettere nel nostro carrello della spesa di dicembre!

Cosa succede in campagna? Ortaggi e frutti si struccano e restano in sottoveste bianca.

Radicchio, cavolo viola, cipolla rossa di Tropea, rapa rossa, oliva, … sono tutti ortaggi o frutti che l’inverno ha colorato di rosso-viola. Ma perché?

Le piante invernali che presentano questa colorazione, solitamente, contengono una scarsa parte di clorofilla e una buona quantità di antociani, ottimi antiossidanti, prodotta come forma di difesa dal freddo. Sono, quindi, piante che, non avendo ore di luce sufficienti a produrre il verde della clorofilla, “si struccano” e si spogliano dei loro colori, rivelando le tonalità rosso-viola – le ultime prima di seccare – e mostrandoci la loro “sottoveste” più chiara (si pensi, ad esempio, al radicchio con la sua costa bianca e la foglia rossa).

Verdura e frutta del mese di dicembre.

Verdura e frutta del mese di Dicembre

Accanto ai kiwi e alle varietà più tardive di mele e pere, largo a limoni, arance, mandarini, clementine e a tutti gli agrumi protagonisti dei mesi più freddi! Dai primi giorni di dicembre inizia, infatti, la loro raccolta, che si protrarrà poi per tutto l’inverno.

Di agrumi, nei supermercati ne troviamo di tantissimi tipi diversi e non sempre è facile distinguerli tra loro. Ad esempio, sai riconoscere il mandarino dalla clementina? Leggi qui quali sono le differenze!

I cachi e le zucche, invece, sono al termine della loro stagionalità e sono presenti nel reparto ortofrutta nella loro forma conservata.

Tra le verdure fresche, troviamo ancora il sedano e i finocchi. Nelle nostre regioni il finocchio, prodotto tipicamente autunnale, resiste nei campi fino a dicembre o, comunque, fino a quando la temperatura non si abbassa oltre i -3°. Sotto questa temperatura, infatti, il finocchio gela e marcisce.

Le varietà tardive di radicchio e gli spinaci sono nel pieno della loro stagione e nell’orto arrivano finalmente anche tutti i diversi tipi di cavoli. Ricchi di vitamine e sali minerali, broccoli, cavolfiore, cavolo verza, ecc. non possono mancare sulla tavola invernale, perché sono veri alleati per la nostra salute.

Lo sapevi che broccoli e cavoli sono tutte varietà selezionate da parti diverse della stessa pianta? Scopri di più sul nostro articolo dedicato.